Contratti di sviluppo per l’Automotive e la Meccatronica
Share

AGGIORNAMENTO:

Con DGR 783/2015 si è prorogato il termine di presentazione delle domande di finanziamento al 29/10/2015.  ATTENZIONE: In data 07.08.2015 il modello di "Domanda di finanziamento" Allegato 1 è stato sostituito a causa di un errore materiale.

C'è tempo fino al 29 ottobre per partecipare al bando pubblicato dalla Regione Abruzzo per Contratti di Sviluppo Locale nei settori Automotive e Meccatronica – PAR FSC 2007/13 – Linea di Azione I.1.1.a.

Il bando, nello specifico, si riferisce a "Iniziative di localizzazione, ampliamento e ammodernamento di unità industriali, attraverso l’utilizzo di Contratti di Sviluppo Locale per la promozione della competitività del sistema produttivo nei settori dell’Automotive e della Meccatronica".

 

A chi si rivolge

Lo strumento dispone di una dotazione finanziaria complessiva iniziale di € 9.000.000,00 e riserva una quota massima di € 3.000.000,00 alle società di capitali neo costituite.

Possono accedere alle agevolazioni previste dal bando esclusivamente le imprese operanti nei settori Automotive e Meccatronica, con sede in Abruzzo, e aventi codice primario ATECO compreso nell’elenco allegato al Bando stesso (allegato 4), anche neo costituite.

Il bando si rivolge, in particolare, a società di capitali attive che, salva l’ipotesi di società neo costituite, devono aver regolarmente approvato e depositato il bilancio di almeno un esercizio sociale di durata non inferiore a 12 mesi.

Possono presentare domanda  anche società di capitali neo costituite o raggruppamenti di imprese nei quali il soggetto proponente sia una società neo costituita.

I beneficiari delle agevolazioni sono i singoli soggetti che, anche in forma associata (ATI, RTI, Consorzi, Reti di Imprese) promuovono l’iniziativa e ottengono la concessione dell’aiuto. In ogni aggregazione sono individuati tra i beneficiari un soggetto proponente e una o più imprese aderenti.

Per le nostre imprese partner, il Polo Innovazione Automotive svolge il ruolo di 'facilitatore', e può quindi offrire un valido supporto a quanti volessero aderire. 

 

Quali interventi prevede

Ma per cosa può essere chiesto il finanziamento?

La proposta di Contratto di Sviluppo Locale deve avere ad oggetto un programma di sviluppo produttivo.

Gli aiuti di Stato concedibili sono specificati nei seguenti Titoli:
  • a. TITOLO III - Aiuti a finalità regionale agli investimenti 
  • b. TITOLO IV – Aiuti agli investimenti a favore delle PMI e aiuti alle PMI per servizi di consulenza 
  • c. TITOLO V – Aiuti a progetti di ricerca e sviluppo 
  • d. TITOLO VI – Aiuti agli investimenti a favore di misure di efficienza energetica, Aiuti agli investimenti a favore della cogenerazione ad altro rendimento e Aiuti agli investimenti volti a promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili 

L’importo complessivo del Programma di Sviluppo Produttivo da finanziare, a pena di esclusione, non può essere inferiore all’importo minimo di € 2.000.000,00. L’importo dell’aiuto concedibile non può superare la somma di € 3.000.000,00 per l’intero Programma di Sviluppo Produttivo.

  La procedura La procedura si articola nelle seguenti fasi:
  1. presentazione della Domanda di finanziamento con allegata la Proposta Progettuale;
  2. valutazione e predisposizione delle graduatorie;
  3. sottoscrizione del Contratto di Sviluppo Locale.
  Modi e tempi

Il soggetto che intende richiedere le agevolazioni previste dal Bando, sotto pena di inammissibilità, deve inviare alla Regione Abruzzo – Dipartimento Sviluppo Economico, Politiche del Lavoro, Istruzione, Ricerca e Università – a mezzo di apposita piattaforma informatica all’indirizzo internet http://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/33IDluglio2015la Domanda di Finanziamento (Allegato 1), in regola con le disposizioni normative in materia di imposta di bollo, con allegata la Proposta Progettuale (Allegato 2). Unitamente alla Proposta Progettuale devono essere trasmesse anche le dichiarazioni di cui ai Modelli allegati allo Schema di Proposta Progettuale medesima: Modello 1 (Dichiarazione sostitutiva di certificazione), Modello 2 (Dichiarazione sostitutiva di atto notorio relativa al possesso dei requisiti di PMI) , Modello 3 (Lettera bancaria) e Modello 4 (Dichiarazione sostitutiva di atto notorio – Clausola Deggendorf).

Le domande di partecipazione possono essere presentate dal 1° agosto al 29 ottobre 2015.

 

Approfondimento

Per ogni altra informazione vi rimandiamo alla consultazione del bando, scaricabile dal sito della Regione Abruzzo.

-> "Bando per iniziative di localizzazione, ampliamento e ammodernamento di unità industriali, attraverso l’utilizzo di Contratti di Sviluppo Locale per la promozione della competitività del sistema produttivo nei settori dell’Automotive e della Meccatronica".

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* http://www.innovazioneautomotive.eu/privacy-policy-e-uso-dei-cookie/

*

Accetto