“Vision for Automotive”, la sfida del futuro (neanche troppo lontano) è l’intelligenza artificiale

La Visione artificiale applicata all’Automotive oggi, quella pensata per domani e quella immaginata (ma per certi aspetti già sperimentata) per il futuro…

Abbiamo parlato di questo in un interessantissimo workshop svoltosi ieri presso la nostra sede di Santa Maria Imbaro (Ch) dal titolo “Omron vision for Automotive”, organizzato, appunto, insieme a Omron, azienda giapponese leader nella visione artificiale.

IMG_5079

E’ stata una giornata estremamente interessante, durante la quale non sono stati semplicemente mostrati i principali strumenti di visione artificiale utilizzati da Omron, ma sono stati presentati caso applicativi di come la visione artificiale possa essere utilizzata in grandi e piccole aziende (nel nostro caso legate all’Automotive) per la risoluzione dei problemi e l’ottimizzazione dei processi produttivi, per esempio rispetto al controllo qualità.

Piccoli robot, telecamere, ‘occhi digitali’, stringhe di codice e algoritmi: sono questi gli “ingredienti” della Visione artificiale, che è – però – tutt’altro che un concetto astratto, e anzi contribuisce concretamente a facilitare la vita in azienda… e non solo.

Questo ci hanno spiegato i rappresentanti di Omron intervenuti; Andrea Nespoli, Sales Manager, Giovanni Genovese, Product Engineer e Daniele Lucchetta, Marketing manager. E questo ci hanno ‘mostrato’ i tre interventi di aziende che utilizzano la visione artificiale nei propri processi produttivi: Sem, Mecatron Automazione e Vision Device.

Per quest’ultima, azienda di Torrevecchia Teatina e partner del Polo Innovazione Automotive, è intervenuto l’amministratore Paolo Raschiatore che ha mostrato, attraverso foto e brevi filmati, alcuni dei principali casi applicativi della visione artificiale utilizzati nella sua azienda.

IMG_5085

Dopo aver presentato le applicazioni di oggi, siamo passati alla “vision for tomorrow”, cioè alle trasformazioni di domani che vedranno strumenti di visione artificiale sempre più moderni e ottimizzati.

Infine, siamo passati alla “Vision for the future”, cioè a quello che ci aspetta nel futuro.

La sfida è avvicente: passare dalla “visione artificiale” alla “intelligenza artificiale”. E chi era ieri al workshop (uno degli incontri più “affollati” tra quelli organizzati, come hanno tenuto a sottolineare gli stessi rappresentanti Omron), ha potuto vedere da vicino che questa sfida non è poi così tanto… futura!

 

LE IMMAGINI DEL WORKSHOP

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *