Share

OBIETTIVO GENERALE

Sviluppare un sistema automotive relativo ai veicoli commerciali e professionali leggeri (due/quattro ruote trasporto persone e merci), capace di rafforzare e consolidare la filiera per migliorare la competitività e per favorire il radicamento delle grandi imprese fortemente internazionalizzate in termini di: innovazione e flessibilità di prodotto, di sistema e dei relativi processi di fabbricazione e qualità dei prodotti .

Il Polo Automotive si propone, quindi, di incrementare le competenze e migliorare la diffusione delle conoscenze nell’automotive e nel metalmeccanico per sostenere lo sviluppo integrando la ricerca e lo sviluppo di soluzioni innovative, la formazione e la cultura di impresa e favorendo l’interazione tra gli attori della filiera produttiva e la sinergia tra differenti settori industriali. 

 

OBIETTIVO SPECIFICO

SMART GREEN TRANSPORTATION GOODS - SISTEMA TRASPORTO MERCI INTELLIGENTE, INTEGRATO, ECOLOGICO

In una logica di interoperabilità tra i vari Centri di Eccellenza, il Programma Automotive promuove la costituzione di un Metadistretto nazionale.

Obiettivo è favorire aggregazioni  per mettere a sistema competenze, esperienze e strutture per attività di R&D, progettazione-industrializzazione e produzione di veicoli dedicati e specializzati per il trasporto di prodotti all’utente finale attraverso soluzioni eco-smart (ecologiche, intelligenti e sostenibili) . 

 

DIRETTRICI DEL POLO

Innovazioni settoriali Operiamo nel campo delle innovazioni settoriali per apportare miglioramenti al settore Automotive:

  • Allestimenti e trasformazioni veicoli commerciali e multienergy
  • Materiali e tecnologie per il miglioramento  del rapporto tra prestazioni, qualità, pesi e costi

Metodi trasversali Operiamo nell’ottica della salvaguardia dell’ambiente e della riduzione dei consumi, senza trascurare il potenziamento della qualità:

  • Design for eco-efficency e green labeling: riduzione dei consumi energetici e facile riutilizzo a fine vita
  • Tecniche e sistemi per il monitoraggio, il controllo e la certificazione della qualità dei prodotti in linea
  • Normative e standards: da vincolo a leva di competitività

 

LE MAGGIORI ATTIVITA’ IN CORSO

  1. Formulazione di agende di ricerca strategica, di progetti di ricerca/innovazione e di attività di supporto e azioni per la concentrazione dei fondi regionali verso le aree di ricerca considerate prioritarie
  2. Rafforzamento dei legami favorendo opportuni travasi di conoscenze complementari e l’esplicitazione di: fabbisogni tecnologici comuni e servizi avanzati technology scouting, osservatorio tecnologico, osservatorio evoluzione mercati.
  3. Trasferimento tecnologico verso le Imprese del Polo, ivi comprese le azioni di supporto verso la gestione della proprietà intellettuale e la messa in rete e la condivisione regolamentata delle infrastrutture e attrezzature messe a disposizione dalle imprese e dai centri di ricerca aderenti al Polo
  4. Riconoscimento e soddisfacimento esigenze formative: esigenze formative e mobilità personale impresa/sistema ricerca, attrazione talenti
  5. Promozione del Polo nella sua interezza attraverso la presa di contatto con i soggetti nazionali e internazionali che presentino affinità con IAM e abbiano finalità analoghe (distretti, cluster d’imprese, poli di competitività, ecc)
  6. Organizzazione diretta di eventi e partecipazione ad eventi, soprattutto internazionali
  7. Nuovi sviluppi ed iniziative

 

IL CLUSTER TRASPORTI ITALIA 2020 

Il Polo Innovazione Automotive d’Abruzzo è anche tra i promotori del “Cluster Trasporti Italia 2020”, associazione costituita da sessanta neoassociati, in rappresentanza dei maggiori player italiani, industriali e scientifici, tra cui, solo per citarne alcuni, Fiat, Ansaldo Breda ed Ansaldo STS, Rete Ferroviaria Italiana, Fincantieri, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Politecnico di Milano e di Torino.

Il Piano di sviluppo strategico del Cluster mira a promuovere lo sviluppo di mezzi e sistemi innovativi per la mobilità di superficie  eco-sostenibili, ottimizzabili dal punto di vista intermodale, per accrescere la competitività delle imprese di produzione e di gestione nel pieno rispetto dell’ambiente e delle risorse naturali.

Share