Il Polo Automotive protagonista alla Fiera “BIMU” di Milano
Share

C'eravamo anche noi alla Fiera BIMU di Milano, che la settimana scorsa ha accolto oltre 1.000 aziende in uno degli eventi di punta dedicato all’industria italiana costruttrice di macchine utensili, robot, automazione e tecnologie ausiliarie, il cui contributo al PIL del paese risulta pari a 7,2 miliardi di euro.

BIMU
Venerdì 1 ottobre, infatti, il Polo Innovazione Automotive ha partecipato a uno degli eventi in programma, con uno speech nell'ambito dell'iniziativa "PROGETTI DI RICERCA E IMPRESE: UN CONNUBIO PERFETTO".
BIMU 
Nel corso dell'evento sono stati illustrati i risultati derivanti dalla collaborazione tra aziende, centri di ricerca ed università, svolte nell'ambito di progetti di ricerca ed innovazione per il settore machinery. In particolare, sono stati presentati i principali risultati a cui questi progetti hanno portato e la loro ripercussioni/applicazione nel mondo industriale.E' stata anche data evidenza all'importanza del rapporto tra università ed impresa, al valore aggiunto derivante dalla collaborazione lungo la filiera di creazione del valore e le opportunità connesse alla partecipazione a progetti finanziati, specie in ottica di sviluppo delle imprese.Tra le testimonianze, c'è stata - appunto - à anche quella del Polo Innovazione Automotive, sul tema "Opportunità e vantaggi delle interazioni tra imprese nello sviluppo di ricerca e innovazione".
  PRESENTAZIONE POLO AUTOMOTIVE
  Ospitata da Fieramilano, la Fiera BIMU ha presentato, dal 30 settembre al 4 ottobre, la più qualificata offerta di macchine utensili, robot e sistemi di automazione, un’ampia panoramica della subfornitura tecnica, le più avanzate proposte di componentistica e lavorazioni strutturali, rassegne specialistiche delle più recenti soluzioni adottate per saldatura, assemblaggio, stampi e finitura, servizi per l’industria cui si aggiungono numerosi eventi collaterali. Protagoniste della manifestazione promossa da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e organizzata da EFIM-ENTE FIERE ITALIANE MACCHINE sono state circa 1.060 imprese, per una superficie espositiva totale di 90.000 metri quadrati. Il 47% delle imprese espositrici proviene dall’estero (Austria, Belgio, Brasile, Bulgaria, Canada, Cina, Corea del Sud, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, India, Israele, Olanda, Polonia, Portogallo, Principato di Monaco, Repubblica Ceca, San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tailandia, Taiwan, Turchia, USA). Accanto alla tradizionale offerta in mostra, la biennale della macchina utensile ha presentato numerose novità: area CIS-RP&3D, dedicata alle nuove realtà produttive costruttrici di sistemi di stampa 3D Printing e Additive manufacturing, e Focus MECHA-TRONIKA, spazio espositivo nato come “spin-off” della omonima manifestazione, ove sono proposte “soluzioni intelligenti” capaci di ottimizzare la gestione di macchine e processi industriali. Dopo un articolato percorso volto a ridurre l’impatto sull’ambiente, la manifestazione ha ottenuto per la ventinovesima edizione, la certificazione di evento sostenibile secondo la norma internazionale ISO 20121:2012. 29.BI-MU/SFORTEC si conferma così evento di avanguardia, tra i pochissimi in Italia a essersi sottoposto alle verifiche necessarie a ottenere la certificazione ufficiale di evento sostenibile, conferita da ICIM. Maggiori info: http://www.ucimu.it/home/  

   

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* http://www.innovazioneautomotive.eu/privacy-policy-e-uso-dei-cookie/

*

Accetto