Polo Automotive & Ricerca: i progetti nazionali
Share

Come vi abbiamo più volte raccontato, il Polo Innovazione Automotive ha tra i suoi principali obiettivi quello di mettere in rete le proprie aziende partner, per mettere a punto progetti di ricerca innovativi nell'ambito automotive. Vi abbiamo già raccontato la nostra partecipazione ai progetti europei, nell'ambito del VII Programma Quadro dell'Ue, e ai progetti regionali, nell’ambito del POR-FESR 2007-13 della Regione Abruzzo.

Questa settimana vi parliamo dei progetti nazionali, quelli cioè attivati a livello nazionale nell'ambito di Industria 2015, Pon-Miur 2007-13 e Ministero dell'Ambiente.

Sono quattro i progetti che ci vedono coinvolti, e che vedono protagonisti alcune delle principali aziende partner del Polo Automotive: "Autobus Eco-compatibile", "Defcom", "Matreco" e "Veicoli innovativi a ridotte emissioni per il trasporto urbano merci e persone". Si tratta di progetti estremamente innovativi, orientati a ridurre l'impatto sull'ambiente dei mezzi meccanici, per favorire concretamente la competitività di questo settore nell’ottica di un radicale incremento delle prestazioni in termini di produttività ed eco-sostenibilità.

 

Partiamo dal progetto "Veicoli Innovativi a ridotte emissioni per il trasporto urbano merci e persone"; obiettivo è la trasformazione del Ducato Fiat in un veicolo ibrido bimodale, capace di abbattere l’impatto sulle emissioni del 40%, in grado di azionare l’elettrico solo in prossimità dei centri urbani (nel cosiddetto ‘last mile’) e di conservare le caratteristiche di un veicolo a motore ‘tradizionale’ nelle aree extraurbane, con un abbattimento dei costi che possa farlo diventare veicolo di riferimento di una nicchia sempre più ‘ampia’. Di questo progetto vi abbiamo già parlato QUI, e vi segnalo anche il sito internet dedicato.

ducato3 (1)

Un'immagine descrittiva della trasformazione del Ducato

 

Altro progetto di cui ci siamo occupati recentemente è "Defcom", che abbiamo presentato qualche settimana fa alla Fiera Lamiera di Bologna. Un progetto che, attraverso lo studio del processo di stampaggio a caldo, integrato all’utilizzo di leghe di alluminio, ha permesso di acquisire conoscenze che hanno consentito la possibilità di realizzare componenti prototipali per l’Alfa 4C, l'ultima nata in casa Alfa Romeo. Per approfondimenti vi rimando a questo post, mentre qui trovate l'intervista a Renzo Triaca, amministratore di Susta, partner del progetto.

L'Alfa 4c, di cui il progetto Defcom ha ideato un prototipo

L'Alfa 4c, di cui il progetto Defcom ha ideato un prototipo

 

Altro progetto estremamente innovativo è quello relativo all'"Autobus Eco-compatibile". Duplice l'obiettivo di questo progetto: lo sviluppo di HYBRIDECO, un autobus urbano di 12 metri a trazione ibrida, a minimo impatto ambientale, con un'architettura di veicolo in grado di accogliere sia l’attuale propulsione che quella diesel-elettrica; lo sviluppo di HYNNOVECO, spaceframe alleggerito per bus con riduzione di peso di 1 tonnellata tramite l’applicazione di metodologie di ottimizzazione strutturale e tecnologie abilitanti quali, ad esempio, l’idroformatura.

Il progetto, nello specifico, si propone di migliorare il rapporto peso/dimensioni mediante l’utilizzo di nuovi materiali e nuove metodologie di progettazione/fabbricazione, al fine di ridurre la quota parte di energia per la trazione dovuta allo spostamento del veicolo. Inoltre, si intendono migliorare gli standard di ergonomia nella seduta e la modularità, cioè una maggiore possibilità di scelta e personalizzazione.

La trasformazione dei sedili è tra gli obiettivi del progetto "Autobus Eco compatibile"

La trasformazione dei sedili è tra gli obiettivi del progetto "Autobus Eco compatibile"

 

Infine, ultimo progetto in ambito nazionale che vede coinvolti il Polo di Innovazione Automotive e i suoi partner, è Matreco, materiali avanzati per trasporti eco-sostenibili. Il progetto mira alla ricerca di materiali ad alto contenuto tecnologico e di un loro competitivo processo di trasformazione per la realizzazione di componenti e strutture, funzionalizzati ai fini della soddisfazione del cliente (più valore a pari prezzo) e contraddistinte da un’elevata sostenibilità ambientale. 

Volete approfondire ulteriormente questi progetti? Qui trovate una scheda sintetica descrittiva; per le schede tecniche e informazioni più dettagliate dei progetti, invece, vi rimando all'apposita pagina sul nostro sito web.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* http://www.innovazioneautomotive.eu/privacy-policy-e-uso-dei-cookie/

*

Accetto