L’ITS di Lanciano (e la Virtus) conquistano il sottosegretario Toccafondi
Share

"L’ITS di Lanciano è l’esempio di risposta ad un bisogno del territorio, le aziende hanno contribuito e contribuiscono insieme a tutti gli altri soggetti ad un’esperienza sempre più efficace ed efficiente".

Sono le parole del sottosegretario del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Gabriele Toccafondi, scritte sul suo blog di ritorno dal viaggio in Abruzzo, dove è arrivato per visitare l'ITS di Lanciano e alcune aziende che gravitano intorno alla scuola di specializzazione post diploma.

toccafondi2

Una visita organizzata proprio per valutare lo 'stato di salute' dell'ITS Sistema Meccanica di Lanciano, così come è stato fatto per le altre 61 Fondazioni disseminate in giro per l'Italia.

"Concluso ormai il primo ciclo del percorso dei 62 ITS presenti in Italia - ha chiarito infatti Toccafondi - adesso occorre una valutazione oggettiva. Una valutazione economica e qualitativa in cui si analizzerà se i ragazzi hanno trovato lavoro, dove l’hanno trovato e in quale settore hanno trovato inserimento. D’ora in avanti andranno avanti gli ITS che dimostreranno di essere in grado di dare risposte efficaci alla richiesta dei profili tecnici superiori necessari per far ripartire il Paese".

E a giudicare dalle parole del sottosegretario, che martedì mattina ha partecipato a un workshop al Palazzo degli Studi (sede dell'Its),  sembra che il giudizio su Lanciano sia più che positivo. Non solo rispetto ai corsi Its, visto che il sottosegretario ha tenuto anche a fare i suoi complimenti alla Virtus, tanto da voler chiedere al sindaco Mario Pupillo quale fosse il 'segreto' del successo della capolista della Serie B.

Ma, tornando agli argomenti 'seri',  il sottosegretario Toccafondi è stato chiaro: “In un contesto nazionale dove il 40% dei giovani è disoccupato – ha sottolineato – ma dove 137mila aziende non trovano lavoratori qualificati (fonte Unioncamere), è la scuola che deve cambiare. E’ necessario stabilire un dialogo, una contaminazione tra scuola e imprese per poter superare, da un lato, gli altissimi tassi di disoccupazione e, dall’altro, l’assenza di professionisti specializzati. In quest’ottica – ha aggiunto il sottosegretario – una soluzione può arrivare proprio dai corsi Its”.

In questo, la Fondazione ITS di Lanciano sembra aver centrato l'obiettivo: profili dei corsi - due già attivi, altri due per i quali l'iscrizione scade a fine mese - definiti sulla base delle esigenze del mercato; docenti composti in ampia parte dal personale delle aziende del territorio; progetti di project work in azienda e altre attività collaterali per formare professionisti qualificati e specializzati (ne abbiamo parlato QUI).

Un modo, dunque, per avvicinare scuola e aziende, per coniugare il "sapere" con il "saper fare". Il sottosegretario Toccafondi, in questo senso, si è detto molto soddisfatto di come in Abruzzo si sia consolidato, attraverso l’Its di Lanciano, questo legame tra scuola e aziende.

Oltre a partecipare al workshop, infatti, Toccafondi ha visitato alcune aziende (Denso, IMM Hydraulics) dove gli studenti svolgono i loro project work e ha incontrato i rappresentanti di alcune imprese che aderiscono al Polo Innovazione Automotive e alla Fondazione Its..

toccafondi7

Nel corso del workshop è stata poi tracciata l’analisi del percorso dei corsi ITS Sistema Meccanica di Lanciano. I corsi Its, è stato ribadito, derivano da una necessità: stabilire un contatto tra il mondo della formazione e le aziende per costruire innovazione, in particolare rispetto al settore Automotive, che è il polmone produttivo e occupazionale più importante d’Abruzzo e della Provincia di Chieti, dove una famiglia su quattro ha un occupato in questo settore.

La mattinata è proseguita con un bilancio dei primi due corsi: “Tecnico superiore per l’innovazione di processi e prodotti meccanici”, i cui esami finali si svolgeranno a fine ottobre; “Tecnico superiore per l’automazione e i sistemi meccatronici”.

Quindi, sono stati presentati i due nuovi corsi Its, le cui domande di iscrizione scadono il prossimo 30 ottobre:

  • TECNICO SUPERIORE PER L’INNOVAZIONE DI PROCESSI E PRODOTTI MECCANICI – con profilo territoriale orientato alla gestione approvvigionamenti per la produzione - SUPPLY CHAIN (vedi QUI)
  • TECNICO SUPERIORE PER L’AUTOMAZIONE ED I SISTEMI MECCATRONICI – con profilo territoriale su ICT – MECCATRONICA (vedi QUI).

I nuovi corsi formeranno nei prossimi due anni 50 nuovi tecnici attraverso un programma di 1000 ore di attività didattiche in aula, svolte da docenti altamente qualificati delle imprese (oltre il 50%), dell’Università e della Scuola, e 800 ore di project-work/stage presso le aziende che partecipano al progetto.

Gli allievi dei corsi ITS seguono anche una serie di attività collaterali per arricchire le loro competenze: corso intensivo di inglese con viaggio-studio in Inghilterra, corso di Project management con certificazione riconosciuta, oltre a corsi specifici aziendali (sicurezza e ambiente, sicurezza elettrica etc.).

Infine, la Fondazione, nell’ottica dell’integrazione tra i sistemi di istruzione, formazione e lavoro e della diffusione della cultura tecnica e scientifica, ha attivato una serie di iniziative rivolte ai giovani in età scolare, ai docenti delle scuole tecniche e ai lavoratori delle imprese, volte a migliorare le funzioni di orientamento nelle scuole, migliorare le competenze dei ragazzi nella lingua inglese con utilizzo di insegnanti madrelingua e piattaforme on-line, aggiornare le competenze tecniche ed informatiche dei docenti delle scuole attivando scambi e collaborazioni con personale delle aziende, corsi di aggiornamento delle competenze trasversali (cooperative learning, Decision Making, Conflict Resolution, Problem Solving etc.)  del personale aziendale.

La Fondazione di Partecipazione Istituto Tecnico Superiore “Nuove tecnologie per il made in Italy Sistema meccanica” si è costituita a luglio 2010 ed  ha come soci: IIS “Da Vinci – De Giorgio” – Lanciano, IIS “U. Pomilio”  - Chieti, IIS  “E. Mattei” - Vasto, IAM scarl, Università dell’Aquila, CNOS-FAP, ENFAP, Provincia di Chieti, CCIAA di Chieti,  Comune di Lanciano, Soc. Cons. Sangro-Aventino a r.l., Consorzio Universitario Lanciano, ADECCO Italia Spa.

 

LE IMMAGINI DELLA VISITA DEL SOTTOSEGRETARIO TOCAFONDI ALL'ITS DI LANCIANO

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* http://www.innovazioneautomotive.eu/privacy-policy-e-uso-dei-cookie/

*

Accetto